amarone della Valpolicella classica Docg - Rubinelli Vajol

amarone
amarone della Valpolicella classico docg

Vitigni: 40% Corvina, 40% Corvinone, 10% Rondinella, 5% Molinara, 5% Oseleta.
Composizione terreno: Calcareo, tufaceo e argilloso.
Sistema di coltivazione: 50% Pergola veronese e 50% Guyot

Vendemmia:
I migliori grappoli selezionati manualmente e adagiati nei plateaux, vengono posti a riposo nel fruttaio per quattro mesi, durante i quali si compie il naturale processo di appassimento.

Vinificazione:
Tra gennaio e febbraio avviene la pigiatura dell'uva passita, il cui succo denso, rimane a fermentare e macerare per 30-40 giorni in acciaio inox.
Dopo la svinatura segue il lungo affinamento in grandi botti di rovere da 30 e 50 hl, cui si aggiunge l'affinamento in bottiglia.

Gradazione alcolica: 15%
Acidità totale: 5,95 g/l
Zuccheri riduttori: 4,4 g/l

Colore:
Rosso purpureo con intensi riflessi brillanti di rubino.

Profumo:
Colpisce subito al naso per l'esplosione dei profumi di ciliegia, amarena, frutti rossi maturi ancora integri, mirtillo, sottobosco, fiori e buccia d'arancia, che si fondono con eleganti note speziate, erbe aromatiche, tabacco, cioccolata fondente, caffè, liquerizia e pepe. Inebriano a lungo calde evoluzioni verso spezie orientali.

Note di degustazione:
Avvolgente, perfettamente equilibrato, regala al palato un'immediata sensazione calda e vellutata. Il corpo è pieno, il sorso è solido, sostenuto da una vena fresca e da tannini morbidi. Ritornano di continuo il frutto integro e la spezia, in polifonici accordi. Al palato ha un ottimo calibro sapido alcolico e un'intrigante nota minerale.
È un vino rotondo, invitante, lungo e profondo, perfettamente armonico nelle componenti gustative.
La trama tannica e il finale fresco, regalano sensazioni fini e misurate, accarezzando i sensi, con il suo ininterrotto equilibrio fra tensione e leggerezza.

Abbinamento:
È un vino creato dal tempo: il lungo tempo di appassimento e il lungo tempo di affinamento richiedono di accompagnarsi a pietanze dal lungo tempo di cottura, elevata intensità e persistenza aromatica. Il piatto prediletto rimane lo stinco di vitello al forno, con aromi di alloro, timo, salvia e rosmarino, per una cottura di minimo 6 ore a fuoco lento (120°).
È perfetto con i formaggi molto stagionati. È anche un vino da meditazione, per la carne e per lo spirito. Si consiglia di stappare la bottiglia almeno un'ora prima della mescita.

Bottiglia: 0,75 L – 1,5 L – 3 L
Temperatura di servizio: 18° - 20° C

Torna indietro